Recensioni su Web.com Maggio 2020 – Prezzi e piani di hosting

Recensione di Web.com – Ne valgono la pena?

Web.com è una società di web hosting pubblica con sede a Jacksonville, in Florida. Fondato nel 1997, Web.com è tra i provider di web hosting più longevi e riconosciuti sul mercato. Alla fine del 2014 avevano oltre 3,3 milioni di abbonati. La società possiede anche Network Solutions e Register.com.


Quanto è buono Web.com?

Web.com potrebbe essere stato un punto di riferimento nel boom delle dotcom, ma i loro servizi non possono tenere il passo nel mercato di oggi che è così saturo di società di hosting innovative e dai prezzi competitivi. Web.com addebita prezzi esorbitanti per servizi di base molto limitati. Certamente nessun host web è perfetto e la scelta di un’azienda dipende dal tuo progetto. Ma Web.com fornisce pochissimi motivi per raccomandarli. Sebbene possano fare affidamento sul riconoscimento del nome e sulla potenza aziendale, i servizi di Web.com sono seriamente carenti in quasi tutti i dipartimenti.

Recensioni su Web.com 2.2 / 5 Revisore {{reviewsOverall}} / 5 Utenti (0 voti) Pro

  1. Piani basati su Linux e basati su Windows
  2. Uptime eccellente
  3. Trascina e rilascia Site-Builder

Contro

  1. Solo hosting condiviso
  2. Upsells ad ogni turno
  3. Commissioni molto elevate – I piani non sono all-inclusive
  4. Numerosi reclami con il Better Business Bureau
  5. Esperienza frustrante del servizio clienti
  6. Promesse introduttive fuorvianti e tassi di rinnovo

Riepilogo Se Web.com ha attirato la tua attenzione a causa del basso prezzo di lancio, fai attenzione a leggere la stampa fine. Web.com potrebbe avere alcune funzioni interessanti che sono interessanti per coloro che sono nuovi al web hosting, ma c’è davvero poco da offrire che li rende un buon investimento a lungo termine. Support2Speed2.5Features2.5Value2Transparency2

La nostra recensione ufficiale di hosting Web.com

Puoi riconoscere Web.com dai loro spot televisivi con proprietari di piccole imprese molto sfavoriti dalla tecnologia, o forse dalla loro sponsorizzazione del PGA Tour. Essendo uno dei più grandi e più longevi host web disponibili, Web.com ha un eccellente riconoscimento dei nomi e i fondi per fare pubblicità in maniera ampia. Ma poiché il settore dell’hosting web è cresciuto a passi da gigante negli ultimi anni, Web.com non è riuscito a tenere il passo con i livelli di servizio dei suoi nuovi concorrenti.

Migliori funzionalità Web.com Hosting

Web.com promette alcuni servizi interessanti, ma la crescente altezza degli standard del settore li rende molto semplici in confronto. Ecco alcuni motivi per cui qualcuno potrebbe voler iscriversi a un piano di hosting condiviso con Web.com:

Piani basati su Linux e basati su Windows

Web.com ha piani di hosting sia basati su Linux che basati su Windows. Non sono l’unica azienda che offre questa scelta; GoDaddy, ad esempio, offre anche entrambe le piattaforme. Ma questa scelta di hosting basato su Linux e Windows sta diventando sempre più rara poiché la maggior parte delle società di web hosting sceglie di offrire solo uno.

Costruirà una pagina aziendale di Facebook per te

Web.com promette di creare una Pagina aziendale di Facebook per i nuovi clienti. Questo stratagemma di marketing è ovviamente indirizzato a proprietari di imprese più vecchi e meno tecnicamente propensi. Ma la creazione di una pagina Facebook è probabilmente una delle cose più semplici che chiunque può fare su Internet. Soprattutto dato questo Il principale gruppo demografico in crescita di Facebook è attualmente rappresentato dagli anziani, è difficile immaginare che qualcuno sia così stressato dal pensiero di creare una pagina Facebook che questo servizio sarebbe così attraente. Forse questo è un punto di forza per coloro che preferiscono evitare Internet tutti insieme, ma per coloro che hanno anche la competenza di base su Internet, ti consigliamo di prendere 10 minuti per creare la tua pagina aziendale di Facebook.

Acquisto e registrazione di nomi di dominio

La registrazione con Web.com include una registrazione del dominio gratuita, che eseguono loro stessi anziché operare tramite un registrar di terze parti. Ma attenzione per il tasso di rinnovo. Mentre il tuo primo anno è gratuito, Web.com addebita $ 37 / anno per rinnovare il tuo dominio, che è più del doppio rispetto al tipico standard del settore. GoDaddy, ad esempio, addebita $ 14,99 per rinnovare il tuo dominio dopo il primo anno. Servizi come NameCheap avranno un costo ancora inferiore. Mentre il dominio gratuito al momento dell’iscrizione potrebbe essere allettante, ti consigliamo di acquistare il tuo dominio da qualche altra parte se prevedi di utilizzare Web.com come provider di web hosting. Ovviamente, a meno che tu non intenda possedere l’URL solo per un anno.

Prezzi introduttivi bassi

Web.com offre tariffe introduttive molto basse per i nuovi clienti. Il loro pacchetto Website Builder è solo $ 1,95 per il primo mese. La stampa fine, tuttavia, deve assolutamente essere affrontata. Questo è solo per il primo mese, dopo di che i tassi salgono oltre il 1000% a $ 22 / mese. Questo diventa anche sempre più costoso se aggiungi extra come certificati SSL, rapporti sulle metriche chiave, ecc.

Uptime eccellente

Fino a questo punto potremmo aver qualificato tutti i professionisti associati a Web.com. Ma il fatto è che hanno un tempo di attività davvero eccellente. Al 99,99% nell’ultimo decennio, il loro record qui non è stato cancellato.

Svantaggi dell’hosting di Web.com

Web.com ha una reputazione piuttosto terribile sia tra i professionisti del web che con i clienti medi. Così terribile, infatti, che ti fa chiederti come possano essere una delle aziende più grandi e più longevi del settore. Ecco alcuni dei motivi principali per cui dovresti cercare servizi di web hosting altrove:

La struttura dei prezzi è sia costosa che fuorviante

Come accennato in precedenza, Web.com ha alcune allettanti opzioni di prezzo introduttive che potrebbero attirare i maestri del web per la prima volta. Ma a differenza della maggior parte degli altri provider di web hosting, Web.com non struttura i loro servizi come pacchetti. È terribilmente difficile valutare quanto costeranno i loro servizi senza effettivamente mettere gli articoli nel carrello. Inoltre, non è chiaro per quale tipo di spazio di archiviazione e limitazioni del traffico si stia pagando poiché questo non è suddiviso in modo chiaro in nessuna parte del loro sito. (Per vedere un’azienda che fa un ottimo lavoro, controlla A2 Hosting)

Molte cose che vengono standard come parte di un prezzo fisso con altre società costano di più con Web.com. Strumenti per la creazione di siti, certificati SSL, monitoraggio delle metriche … tutto questo in più, oltre ai già alti $ 22 / mese che fanno pagare per il loro piano più raccomandato. Il checkout è l’unica volta che vedrai una suddivisione riga per riga del costo reale e dei servizi che stai ricevendo.

Puoi aspettarti di incontrare upsell ad ogni angolo con Web.com, che sono tutti scritti in un linguaggio confuso e fuorviante. Ti raccomandano di pagare un extra per ottimizzare il tuo sito per dispositivi mobili; dimentica che ci sono innumerevoli modelli gratuiti di WordPress che includono questo. Puoi anche pagare un extra per far sì che si occupino della tua “esigenza di marketing online”, dove in effetti invieranno semplicemente il tuo sito a directory come YellowPages.com. Raccomandano anche di pagare un extra per la sicurezza; è qualcosa che è completamente assente dai loro piani di hosting per cominciare?

Scava intorno al loro sito Web e potresti trovare “Piani di hosting” anziché “Siti Web”. Questi piani di hosting hanno un prezzo più conveniente, rinnovando a $ 12,95 / mese sul loro piano più semplice. Ma dopo ulteriori indagini ti renderai conto che questi sono essenzialmente gli stessi prodotti (web hosting, un dominio e strumenti per la creazione di siti Web) ma con nomi diversi e prezzi diversi. La lingua del loro sito sembra molto diversa dalla maggior parte delle società di hosting. Ciò porta a sospettare che forse si rifuggono dall’uso di parole come “hosting” a favore di parole come “design del sito Web” per attirare persone completamente verdi sul web.

Un numero molto elevato si lamenta con il Better Business Bureau

A novembre 2016, Web.com ha presentato 567 reclami dei clienti nei loro confronti con il Better Business Bureau. Questi sono solo reclami presentati negli ultimi tre anni. La maggior parte riguarda addebiti errati e incoerenze di fatturazione, con abbondanza anche di accordi sul livello di servizio non realizzati. Anche per un’azienda così grande, questo numero è davvero sconcertante e dovrebbe essere una bandiera rossa per chiunque stia considerando di fare affari con loro.

Solo hosting condiviso

Web.com non offre VPS o piani di hosting dedicati. Offrono solo tre piani diversi, tutti su server condivisi. Questo è un indicatore del fatto che Web.com non è creato per i clienti che desiderano ridimensionare e si rivolge praticamente esclusivamente ai webmaster principianti. Chiunque preveda di incorporare l’e-commerce nel proprio sito Web dovrebbe cercare altrove.

Mancanza di servizi di assistenza clienti con tonnellate di Upsells

Web.com indirizza quasi tutti i servizi di assistenza clienti ai call center. Mancano delle funzionalità di chat live che la maggior parte delle aziende moderne offre ora. Questo non è necessariamente un indicatore della mancanza di supporto, ma sfortunatamente Web.com non si riscatta. Per prima cosa, sarebbe nel migliore interesse di tutti disporre di solide risorse di risoluzione dei problemi prontamente disponibili online, come il concorrente HostGator. Potrebbe anche risparmiare molto tempo se i clienti fossero in grado di inviare i ticket di supporto da soli (al momento, ciò può essere fatto solo sul back-end tramite il supporto telefonico). Invece, l’unico modo per ottenere aiuto da Web.com è chiamare. E quando chiami, il loro personale di supporto è addestrato a bombardarti con upsell dopo aver risolto il tuo problema.

Linea di fondo

Se hai trascorso del tempo a fare shopping per i fornitori di web hosting, basta dare un’occhiata alle pagine principali di Web.com per darti un’idea che il loro modello di business è in qualche modo diverso dalla norma. Manca in modo evidente descrizioni dettagliate dei loro diversi livelli di servizio, discussioni sullo spazio su disco e sul traffico del sito o qualsiasi menzione di sicurezza. Web.com sembra indirizzare i clienti che non conoscono quasi nulla su come mettere in funzione un sito Web e quindi non sanno niente di meglio che pagare un prezzo molto alto per servizi incredibilmente poco brillanti.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map